A5. AZIONI

Dalle Applicazioni passiamo alle Azioni.

Dalle indicazioni degli interventi utili a mettere al lavoro la strategia, alle singole iniziative al riguardo.

Seguendo la logica delle 6 A, non è particolarmente complesso. Ci vuole solo rigore e metodo. Vediamo come.

Implementazione della nuova strategia.

Per garantire una rapida implementazione viene in aiuto il modello RACI, utilizzato nella pianificazione di progetti complessi per definire ruoli, compiti e responsabilità.
Ogni azione che mette in pratica le varie applicazioni va definita seguendo il modello.
Il tutto va inserito nel Calendario d’Azione.

Le Azioni rappresentano la messa in opera delle Applicazioni. Se abbiamo definito uno specifico assortimento di prodotto, poi dobbiamo approntare tutto quanto serve per realizzarlo: materie prime, confezioni, etichette, imballaggi secondari, materiale illustrativo… e questo per tutti gli articoli che inseriamo nella proposta. Quindi le Applicazioni definiscono il Cosa-faccio, le Azioni il Come-faccio-Cosa e chi governa questo processo. A tal proposito, lo schema RACI è fondamentale, come la costruzione di un preciso calendario operativo.

Ci chiediamo dunque come essere non solo differenti ma autentici, perché è questa parola che rende possibile un vero approccio disruptive.

Rendi agile il tuo Marketing e diventa un Leader

Siamo tutti più informati su quello che vogliamo acquistare, in che modo e in quanto tempo. Per imparare ad approcciarti in maniera nuova alle necessità dei clienti e cominciare ad ascoltarli davvero puoi continuare a consultare questo sito, oppure acquistare la guida completa al Marketing delle 6 A su Amazon.