Le 5 forze di Porter

Porter presentò le sue 5 forze nel libro seminale LA STRATEGIA COMPETITIVA uscito nella seconda metà degli anni ottanta dello scorso secolo. Fino ad allora non esisteva un modello strutturato per la definizione dell’analisi competitiva, e le imprese gestivano con criteri autonomi questo processo. Invece con lo strumento delle 5 Forze, Porter ha dato a tutti un riferimento preciso, che non si limita ai competitor diretti, ma prende in esame vari soggetti potenzialmente determinanti.

COMPETITOR DIRETTI

Sono normalmente considerati in un’analisi competitiva. Il problema è che di sovente sono considerati esclusivamente i concorrenti. Dei quali si sa molto, ma spesso non se ne conoscono i veri valori ed obiettivi.

Vanno monitorati con uno specifico CMS: Competitor Management System.

FORNITORI

Spesso rappresentano i concorrenti che non ti aspetti. Eppure hanno tutto per essere presi in considerazione: conoscono il settore, non hanno particolari difficoltà di accesso ai mercati di riferimento, danno la sensazione di essere più economici perché possono saltare un passaggio intermedio.

NUOVI ENTRANTI

Sarebbe importante effettuare verifiche costanti sui potenziali nuovi entranti in un contesto di mercato. Sono spesso operatori che vengono da settori limitrofi, che possono usare tecnologie similari, che hanno una struttura organizzativa pronta a fornire il mercato che noi forniamo.

PRODOTTI SOSTITUTIVI

Sono tutti quei prodotti o servizi che possono fare le veci di quanto noi offriamo, o che possono soddisfare al meglio o in maniera conveniente i bisogni degli utenti ai quali risponde la nostra offerta. Solo gli utenti dei nostri prodotti o servizi possono indicarci quali solo i “sostitutivi” che stanno valutando; e spesso noi non ce li aspettiamo.

CLIENTI

I Clienti possono essere soggetti rilevanti del nostro contesto competitivo; in prima battuta quando acquisiscono un peso tale da poter condizionare la nostra proposta, tentando quindi di sottrarre valore lungo il flusso distributivo. Oppure quando sviluppano particolari e specifiche richieste alle quali noi non siamo in grado di rispondere.

Il quadro globale delle Forze di Porter ci permette di capire il livello di esclusività e/o di rischio che nell’orizzonte di piano viene associato alla nostra offerta.

Continua a leggere A2. ASCOLTO

Rendi agile il tuo Marketing e diventa un Leader

Siamo tutti più informati su quello che vogliamo acquistare, in che modo e in quanto tempo. Per imparare ad approcciarti in maniera nuova alle necessità dei clienti e cominciare ad ascoltarli davvero puoi continuare a consultare questo sito, oppure acquistare la guida completa al Marketing delle 6 A su Amazon.